Crea sito

ISOLA dell' ASINARA

© Gianpiero Faedda

.Facoltà di Architettura di Alghero
Corso in Pianificazione Urbana Territoriale Ambientale
II Bimestre - PROGETTAZIONE
Docente: Prof. Josep Cargol
Studente: Gianpiero Faedda

 

Isola situata all’ estremità nord

occidentale della Sardegna, tra

Punta Colondri a SUD (39° 59’

N), Punta dello Scorno a NORD

(41° 07’ N), Punta Salippi ad

OVEST (4° 15’ E) e Punta

Sabina ad EST (4° 06’ E).

click here to enlarge the map
Superficie: 51 Km2
 
 

MORFOLOGIA

L’ Isola è caratterizzata da vaste superfici di rocce affioranti, con scarsa copertura vegetale, costituita principalmente da macchia arbustiva. Il territorio è costituito da quattro piccoli rilievi montuosi, il più elevato dei quali posto a nord (p.ta della Scomunica 408 m), collegati da istmi molto bassi. A causa della sua costa frastagliata e ricca di approdi era chiamata Insula Sinuaria, dagli antichi romani.

Lungo la costa è evidente una differente azione erosiva che rispecchia le esposizioni dei suoi litotipi:

          • COSTA OVEST è ripida e scoscesa, con falesie che raggiungono i 200 m di altezza. La zona è sottoposta all’ azione dei forti venti di Maestrale, e delle correnti marine occidentali ed è caratterizzata dall’ assenza di arenili;
          • COSTA EST, al contrario, è generalmente bassa e ricca di spiagge.
CLICK TO ENLARGE
 

VENTI DOMINANTI

Maestrale (NW),  Ponente (W), Levante (E) incidono maggiormente sul totale dei venti che raggiungono l’ isola (53 %).

 L’ Asinara è la località più ventosa della Sardegna.

asinara: wind directions

 

 

CORRENTI MARINE

WINTER SEA STREAMSINVERNO

Nel corso della stagione fredda                     le correnti  marine
superficiali traspor-tano masse d’acqua provenienti dai ver-santi occidentali della Corsica.

 

 

SUMMER SEA STREAMSESTATE

Nel corso della stagione secca, al contrario che in inverno, le correnti marine provengono da sud-ovest (mar di Sardegna)

 

PRECIPITAZIONI

. Precipitazioni Medie: 500 mm

Giorni di pioggia all’ anno: 60 gg

 

 

TEMPERATURE

TEMPERATURA MEDIA ANNUA:  16 °C

TEMPERATURE MEDIE:

  • Inverno  12 °C
  • Autunno 18°C
  • Primavera 14°C
  • Estate 22 °C

 

 

GEOLOGIA

L’ Isola dell’ Asinara può essere considerata il naturale proseguimento della “Nurra Paleozoica” (sub-regione della Sardegna nord-occidentale).
Le rocce dell’ isola sono per la maggior parte magmatiche intrusive e metamorfiche.

geologyL’ attuale configurazione dell’ Asinara è dovuta alla concomitanza di vari fattori, tra cui le oscillazioni marine  legate all’ espansione e al ritiro delle calotte glaciali, le azioni degli agenti erosivi di superficie e gli aspetti geologici già descritti.

 

 

FLORA

Il complesso delle specie vegetali dell’ Asinara costituisce circa 1/3 di tutte le specie esistenti in Sardegna. Si tratta quindi di un biotipo di notevole importanza.
La gran parte della copertura vegetale isolana è costituita da macchia mediterranea, come: Palma Nana (vedi foto), Centaurea Horrida, Scisto, ecc.
Lungo le spiagge retrodunali è presente una rigogliosa vegetazione palustre.
L’ unica foresta è situata nell’ area di Elighe Mannu (nord), dove si trovano alberi di leccio, scampati ai numerosi incendi, molti dei quali appiccati dalle stesse guardie carcerarie per stanare i criminali evasi.
La vegetazione   ri-specchia le caratteristiche climatiche del territorio (forte ventosità, poche precipitazioni, vicinanza al mare).

FAUNA

Sotto il profilo faunistico, principalmente per la scarsissima influenza antropica sul territorio, l’ isola ha ovviamente grande interesse: vi abitano stabilmente 80 coppie di Cormorani dal Ciuffo, 60 Gazze (introdotte da un detenuto), il Gabbiano Corso (135 esemplari su una popolazione mondiale di 4500 unità), il raro Anthus Cervinus, che vive generalmente sulle coste del Mar Bianco, oltre che a Gheppi, Falchi Pellegrini. Tra i mammiferi si riscontrano più di 400 mufloni, cento cavalli selvatici, ed una colonia di 50 capi del famoso Asinello Bianco, esclusivo dell’ Isola. La Foca Monaca non è più avvistata da 20 anni. L’ ambiente marino presenta un valore ecologico straordinario, essendo l’ unico in Italia a non essere sovrasfruttato.

   

STORIA

L’ Asinara fu abitata sin dal periodo prenuragico;
Menzionata per la prima volta nella Naturalis Historia con il nome di Erculis Insula (Isola di Ercole);
Nel Medio Evo diventa un luogo strategico per il controllo delle rotte  tra la Sardegna, la Spagna, la Provenza e il Nord Italia;
Furono costruiti diversi monasteri nelle zone più fertili (es.  Cala Sant’ Andrea);
Fu probabilmente base della flotta araba, durante il tentativo di conquista dell’ Europa da parte degli islamici;
Fu un covo per i pirati saraceni;
Nel 1500 vi sbarcano i francesi, guidati da Andrea Doria, con lo scopo di invadere la Sardegna;
Nel 1600 gli aragonesi terminano sull’ isola il sistema di difesa costiero costituito da una serie di torri di avvistamento, tutt’ora in piedi;
L’ isola viene popolata da pastori provenienti dalla Sardegna e da famiglie di pescatori giunti dalla Liguria, Cala D’Oliva diventa il borgo più importante;
Ad inizio 800 viene installata sull’ isola una stazione sanitaria (venivano messi in quarantena gli equipaggi delle navi dirette nel Nord della Sardegna in caso di epidemie);
Nel 1885 nasce la Colonia Penale, gli abitanti dell’ Isola sono costretti a trasferirsi altrove;
Viene costruito Stintino con lo scopo di ospitare la popolazione allontanata dall’ Asinara;
Durante la I Guerra Mondiale l’ Isola diventa un campo di prigionia per 2400 soldati austro-ungarici;
Nel II dopo guerra vengono reclusi  sull’ Asinara importanti boss mafiosi, capi delle Brigate Rosse, ed esponenti del banditismo sardo;
Nel 1996 viene sospesa l’ attività carceraria;
Sul finire del 1997 viene istituito il Parco Nazionale.

 

click to enlarge
 
EX PENAL COLONIES
LEGEND
   
agriculture
NATIONAL PARK SECTORS
   
national park facilities
COMMUNICATIONS
   
 

BIBLIOGRAFIA:

ASINARA – Carlo Delfino Editore, Sassari – 1993

Il Parco Nazionale dell’Asinara e il patrimonio ambientale tutelato - Ente Parco dell' Aisnara, Porto Torres- 2005

 
TESTI